Sanremo Young, Gianmarco Mazzi: “Magari su altra tv”

Sanremo Young, Gianmarco Mazzi: "Magari su altra tv", ecco cosa ha dichiarato l'autore televisivo e direttore artistico del programma condotto da Antonella Clerici in merito al futuro della trasmissione che per due edizioni è stata protagonista della prima serata del venerdì dopo la fine del Festival della Canzone Italiana.

Secondo quanto fa sapere RivieraTime si è svolto a Sanremo un incontro informale a Palazzo Bellevue, tra l’assessore alle Manifestazioni Alessandro Sindoni e lo storico autore televisivo Gianmarco Mazzi, direttore artistico delle precedenti edizioni di Sanremo Young. Quale sarà il futuro del programma?

La trasmissione è stata cancellata dai Palinsesti Rai: “Penso che la Rai dovrebbe guardare avanti piuttosto che al passato. La Rai ha un marchio fortissimo come Sanremo ma lo usa solo 5 giorni l’anno per il Festival. Sanremo Young o Sanremo Kids possono essere una chiave, però bisogna crederci, con una striscia quotidiana, con provini diffusi, con il coinvolgimento dei social… Il primo anno di Sanremo Young è stato ottimo, il secondo meno, ma è stato fatto di corsa, senza supporto”, ha dichiarato Antonella Clerici attraverso un’intervista al Corriere.

E ancora: “Ci siamo viste a lungo (riferendosi alla direttrice di Rai 1 Teresa De Santis, ndr), abbiamo parlato di un emotainment, valutato l’ipotesi di un Sanremo Kids… Ma dall’ultimo colloquio che ho avuto con lei sono uscita con l’idea che non fosse uno scambio di progetti ma di opinioni. Ho capito che vengo vista come una che deve essere messa da qualche parte, non come un cavallo su cui puntare”.

Sanremo Young cancellato definitivamente?

Al termine dell’incontro Mazzi ha risposto alle domande dei giornalisti e ha detto la sua riguardo un’ipotetica terza edizione di Sanremo Young: “Non dipende da me, il marchio è di proprietà del Comune di Sanremo. La messa in onda al momento è della Rai però potrebbero esserci benissimo altre televisioni interessate. Mi spiacerebbe non ci fosse più Antonella Clerici che ha lavorato molto allo sviluppo del programma, ma le manifestazioni hanno le loro gambe. Il Festival di Sanremo va avanti ed è stato grande quando c’era Baudo, quando c’era Morandi, Baglioni e così via. Sanremo Young può avere una vita sua a prescindere da Antonella Clerici, a prescindere anche da me. Ho però consigliato a Sindoni di andare avanti sulla questione per il bene della città“.

Sanremo Young troverà fortuna su altre Reti oppure non ci sarà questa tanto attesa terza edizione? Staremo a vedere…