Alessandro Cattelan: “Sanremo lo guardi a prescindere dal conduttore”. La risposta di Lucio Presta (manager di Amadeus)

Alessandro Cattelan: "Sanremo lo guardi a prescindere dal conduttore". La risposta di Lucio Presta (manager di Amadeus) alle dichiarazioni del conduttore sul collega che ha condotto la settantesima edizione del Festival della Canzone Italiana!

Alessandro Cattelan è tornato in televisione con EPCC, E poi c’è Cattelan su Sky Uno. Prima della partenza ha rilasciato alcune interviste, come quella a Dagospia che sta facendo molto discutere per alcune dichiarazioni su Amadeus e sul Festival di Sanremo.

Quando è spuntata l’ipotesi Cattelan per Sanremo 2020 pare che alcuni dirigenti nei corridoi l’abbiano ribattezzata “la porcata“, visto che lui non è un volto della tv pubblica, ma di Sky. Con tanto di commento di Fiorello: “Conti indispettito per l’arrivo di Cattelan? Dovrebbe essere indispettito Amadeus se lo prendono a Sanremo. Ci rimarrebbe molto male, ha dato il sangue per l’azienda e poi prendono uno Sky. Io ci rimarrei male, senza nulla togliere al bravissimo Cattelan”.

Alessandro è tornato sul discorso Sanremo:

Ne abbiamo parlato seriamente, sì, e devo dire che essere preso in considerazione per condurlo è già un bel riconoscimento […] Formale no. Non mi è mai arrivato un foglio di carta con su scritto: ‘Fai Sanremo? Sì/no’. Però ne abbiamo parlato, questo sì. E ci siamo scambiati pensieri e opinioni. Faceva parte di un discorso credibile. Ma questo non significa che stessi per farlo, o che avessero pensato a me e non ad Amadeus… […]

Nello specifico a far discutere sono alcune sue parole su Amadeus:

Ha fatto il suo lavoro. Ma Sanremo è quella cosa che guardi a prescindere da chi lo fa, da chi non lo fa, da cosa ci mette dentro. A me era piaciuto molto quello di Baglioni. E oramai le domande su Sanremo sono diventate un tormentone con voi giornalisti…

A replicare a queste parole è stato Lucio Presta, manager di Amadeus:

In tempo di Coronavirus mai mi sarei aspettato di leggere che Alessandro Cattelan avesse voglia, per farsi notare e parlare della imminente partenza del suo EPCC che ha debuttato ieri sera con uno 0,5 e 159 Mila spettatori,di tirare in ballo un collega che ha progettato e realizzato un grandissimo festival di Sanremo. (Amadeus) […] Ora verrebbe voglia di domandare a Cattelan: se ne ha parlato con Salini e Rai uno perché poi non gli è stato affidato? Non ha avuto offerta economicamente interessante? Non gli hanno dato i collaboratori che voleva? Cosa lo ha portato a rifiutare? O forse quando dice che ne ha parlato era allo specchio o con qualcuno che non aveva titolo per decidere? Vorrei davvero che precisasse con chi ha parlato, così eventualmente smentire qualche millantatore che si è preso gioco di Lui.

ha scritto su Facebook