Tutte le età di Sanremo: l’analisi dei cantanti più grandi e più piccoli nella storia del Festival

In 70 anni di Festival di Sanremo sono tanti i cantanti che si sono alternati sul palco della manifestazione. Diversi i generi, diversi i brani e diverse anche le età: ecco tutte le statistiche sull'età media, i concorrenti più grandi e quelli più piccoli della storia della kermesse canora di mamma Rai!

70 anni di Festival di Sanremo. Un compleanno importante per una delle manifestazioni canore italiane più famose ed amate. Non solo nel Bel Paese, ma in tutto il mondo. E sono davvero tanti gli artisti che hanno calcato il palco del Casinò (nei primi anni) e/o del Teatro Ariston (dal 1977 ad oggi).

Ma l’età media dei partecipanti è cambiata tanto nel corso degli anni? Dobbiamo fare una premessa: le prime edizioni sono molto diverse dal Festival che conosciamo oggi. Basti pensare che al debutto nel 1951 sono solo 3 gli interpreti in gara a proporre i 20 brani in gara: Nilla Pizzi, il Duo Fasano e Achille Togliani. Per poi passare a 5 nella seconda edizione e a 10 nella terza edizione.

L’età media dei concorrenti

L’edizione con l’età media più bassa è quella del 1956: l’interprete più giovane è Luciana Gonzales (21 anni), mentre quello più grande Ugo Molinari (27 anni) con una media di 23 anni. Al secondo posto troviamo l’edizione del 1965 con Yukari Itō più giovane (18 anni) e Petula Clark più grande (33 anni) con una media di 24 anni; al terzo l’edizione del 1969 con Nada come più piccola (16 anni) e Claudio Villa come più grande (43 anni) con una media di 25 anni. Piccola curiosità: Nada si classifica al quinto posto con il brano tormentone “Ma che freddo fa”.

Passiamo alle edizioni con l’età media più alta. Con grande stupore (o forse no) notiamo che si tratta di edizioni che fanno parte del Nuovo Millennio. Trionfa in questa particolare gara una stagione recente (quella del 2018) con un età media di 51 anni: il cantante più giovane ha quasi 30 anni ed è Giovanni Caccamo (28 anni), mentre la più grande Ornella Vanoni (84 anni). Età media di 49 anni per il 2007 con Francesco Facchinetti più giovane (27 anni) e Johnny Dorelli più grande (70 anni). Infine età media di 48 anni per l’edizione 2009 vinta da Marco Carta (artista più giovane, 24 anni) e con Iva Zanicchi (69 anni).

Non a caso in generale in Italia l’età media è salita da circa 24 anni nel 1861 a poco meno di 30 anni nel 1950 fino a raggiungere oltre 45 anni oggi (dati Instat raccolti tra il 2003 ed il 2014, come riporta Il Sole 24 Ore).

I cantanti più giovani

Chi sono invece gli artisti più giovani che hanno partecipato al Festival? Escludendo (ovviamente) le Nuove Proposte troviamo in ordine (sotto i 18 anni):

1985Luis Miguel15
1969Nada (cantante)16
1964Peggy March16
1970Emiliana Perina16
1974Emanuela Cortesi16
1976Maggie Mae16
1983Giorgia Fiorio16
1997Adriana Ruocco16
2003Anna Tatangelo16
1975Stefania Tozzi17
1978Anna Oxa17
1968Elio Gandolfi17
1973Carmen Amato17
1962Lara Saint Paul17
2004Andrè (cantautore)17

Il più giovane è Luis Miguel che quell’anno si aggiudica il secondo posto con l’indimenticabile “Noi, ragazzi di oggi” (edizione vinta dai Ricchi e Poveri con “Se m’innamoro”).

Anna Tatangelo partecipa nel 2003 nella categoria Big in duetto con Federico Stragà con il brano “Volere volare” dopo aver vinto l’anno precedente la sezione Nuove Proposte con la canzone “Doppiamente fragili”. In realtà Lady Tata è la concorrente più giovane anche qualche anno dopo e per altre quattro volte, nel 2005 quando partecipa con “Ragazza di periferia” e nel 2006 quando vince la categoria “Donne” con “Essere una donna” (arrivata al terzo posto nella classifica finale). Senza dimenticare nel 2008 con “Il mio amico” e nel 2011 con “Bastardo“.

Da segnalare come Anna Oxa che nel 1978 esordisce al Festival e a soli 17 anni crea subito scandalo: il suo look punk, suggerito da Ivan Cattaneo, diventa un vero e proprio simbolo per i suoi coetanei, mentre Alberto Bevilacqua la definisce “il personaggio stereotipato presente in ogni centro italiano, però carente dal punto di vista vocale“. Nonostante le critiche la sua “Un’emozione di poco” si classifica al secondo posto alle spalle dei Matia Bazar con “…e dirsi ciao” e un gradino più avanti di Rino Gaetano con “Gianna”.

La cantante più piccola ad aver mai partecipato al Festival di Sanremo però rimane Alina che nel 2003 prende parte alla kermesse nelle Nuove Proposte a soli 12 anni. Dall’anno successivo viene introdotta nel regolamento del Festival una disposizione per cui i partecipanti devono avere più di 14 anni.

-

I cantanti più grandi

Chi sono invece gli artisti più grandi che hanno partecipato al Festival? Ecco la top 10:

2018Ornella Vanoni84
2005Nicola Arigliano82
1993Roberto Murolo81
2020Rita Pavone75
2017Al Bano74
2019Patty Pravo71
2007Johnny Dorelli70
1989Renato Carosone69
2012Lucio Dalla69
2009Iva Zanicchi69

È proprio Ornella Vanoni nel 2018 l’artista più grande ad aver calcato il palco del Teatro Ariston. Indimenticabile la sua gaffe nella serata finale al momento di ritirare il premio Miglior Interpretazione Sergio Endrigo: “Che premio è questo?“, esclama davanti a tutti in diretta.

Nel 2005 viene introdotta la categoria “Classic” in cui troviamo dei veterani della musica italiana e tra questi Nicola Arigliano a ben 82 anni (aveva partecipato una volta sola e nel 1964). Quell’anno vince il premio della Critica Mia Martini, prendendosi così una rivincita all’ospitata mancata due anni prima. Nel 2003 infatti Fiorello propone al conduttore Pippo Baudo di ospitarlo, tuttavia il regolamento vieta cantanti italiani come ospiti (surreale pensando alle ultime edizioni in cui abbiamo visto principalmente artisti italiani e pochi cantanti dal resto del mondo). La FIMI si oppone, ma Baudo lo ospita ugualmente in apertura della quarta serata, senza però farlo cantare. L’esibizione arriva solo “qualche ora dopo” a notte fonda al DopoFestival.

Roberto Murolo partecipa per la prima volta al Festival nel 1993 a ben 81 anni e torna sullo stesso palco 9 anni dopo per ritirare il premio alla carriera.