Enzo Iacchetti, Migranti (esclusa da Sanremo) - Accordi e testo

Enzo Iacchetti, Migranti è il nuovo singolo dell'artista scritto da Francesco Guccini ed escluso dal Festival di Sanremo. Ora è disponibile sulle piattaforme Spotify, Google Play, Amazon, Amazon Music e iTunes. Trovate anche i dettagli sul brano, il testo della canzone e gli accordi per tutti gli appassionati di musica.

Nel 2018 Francesco Guccini aveva scritto una canzone sui migranti, cantata da Enzo Iacchetti e proposta per due edizioni fa del Festival di Sanremo. Brano bocciato. “Era una canzone sui migranti ed è stata bocciata. Non so se è stato il compagno Baglioni o chi per lui. La cantava Enzo Iacchetti e la cantata bene, si vede che non è piaciuta”, ha dichiarato Guccini attraverso un’intervista a Le Parole.

Il brano è stato poi inserito dallo stesso conduttore ed attore nel suo spettacolo teatrale. Proprio Iacchetti aveva commentato ironico a Striscia la Notizia: “La canzone è stata accettata, ma nel senso di accettata con l’accetta“.

“Con il grande Francesco Guccini condivido ancora oggi gioie, risate, compagnie. Siamo amici di famiglia. Ha scritto una canzone per me sui migranti straordinaria. Straordinaria! La canto nello spettacolo, ma è stata scartata a Sanremo l’anno scorso… fammelo dire. Che sia stato scartato io è un discorso, hanno fatto bene. Ma che sia stata scartata una canzone di Guccini è quasi una vergogna. Sui migranti per giunta, prima che se ne parlasse così tanto. Non vado più a Sanremo. Vado a Pavana da Francesco…”, ha detto Iacchetti giovedì 7 marzo 2019 a Vieni da Me.

Migranti su Spotify

“Migranti” è disponibile su Spotify

Migranti su iTunes

“Migranti” è disponibile su iTunes

Migranti su Google Play

“Migranti” è disponibile su Google Play

Migranti su Amazon e su Amazon Music

“Migranti” è disponibile su Amazon e disponibile su Amazon Music.

Testo di Migranti

Andavamo che non era ancor giorno
La bocca piena di sogni e dolore
Lasciavamo in un niente di ore lì attorno una casa di gente e di amore e una terra da infami, di sassi e di rabbia
La miseria attaccata alla pelle come una scabbia
Ma nei petti gonfiava un respiro che volava in giro come una danza
E andavamo nel mondo America, Europa! Dovunque ci fosse uno spazio
Comunque sapendo di andare a soffrire per vivere e ricostruire
Mescolando al sangue la storia per creare una nuova e vitale memoria
In un turbinio di speranza di vita futura lavoro di gioia per noi a decine a migliaia per noi così in tanti..
per noi niente nessuno, per noi emigranti
E partiamo per caso, per sorte su quei gusci di noce affollati di scafisti violenti di umanità nuda donne, vecchi, bambini e di morte un confuso partire ignoto l’arrivo
Non più l’ora od il giorno ma si arrivi e da vivo
Ma nei cuori si allarga un respiro che ci spinge ad andare, ad osare sul mare
Tra paure e gli stenti di quel mare mai visto
Ma stringendo un sogno fra i denti: che qualcuno lontano ci accolga, ci tenda una mano a noi supplicanti, a noi meno di niente, nessuno.. noi diversi di pelle e cultura
Noi che siamo anche forse il futuro a noi immigranti
E veniamo da un mondo di guerra e di fame dovunque
E cerchiamo una patria comunque per tornare a sperare, per vivere ancora
E veniamo da un mondo di guerra e di fame dovunque
E cerchiamo una patria comunque per tornare a sperare, per vivere ancora e ricominciare

Accordi di Migranti

In aggiornamento.

Informazioni su Migranti

  • Artista: Enzo Iacchetti
  • Pubblicazione:
  • Durata:
  • Album di provenienza:
  • Etichetta: